LKS Foundation

Business & Finanza

  • 5458
LKS Foundation

Business & Finanza

Che cos'è la Blockchain

2019-10-09 14:57:48

Vuoi scoprire le basi della tecnologia che sta rivoluzionando il mondo? Prenditi 5 minuti per leggere il nostro primo articolo sulla blockchain!

Che cos'è la Blockchain

Con questo termine si definisce la tecnologia di ultima generazione che permette di creare dei registri pubblici, ovvero dei database che non sono gestiti da uno o poche entità ma sono distribuiti e condivisi potenzialmente su una rete mondiale. 

Questo è possibile perché il sistema gira su software basati su una rete peer-to-peer, dove pertanto non c’è uno o alcuni server centrali o prioritari dove vengono archiviate le informazioni, ma tutto l’archivio è contenuto in tutti i server della rete in modo identico. Questi server sono i nodi della Blockchain. 


Ogni Blockchain è costituita dunque da una rete di server di eguale importanza, che sono sempre connessi tra loro e aggiornano costantemente il registro condiviso con le nuove informazioni che vengono immesse nella loro rete.

Su questi archivi è possibile registrare informazioni di qualunque tipo in modo indelebile e completamente anonimo perché crittografate. Nonostante le sue applicazioni siano pressoché illimitate, in questo momento l’utilizzo più conosciuto è quello delle transazioni con le criptovalute. 

Un esempio di funzionamento

Proprio perché le criptovalute sono tra gli elementi più riconosciuti dell’universo che sfrutta la tecnologia Blockchain utilizzeremo una moneta virtuale come esempio del suo sistema di funzionamento.

Quando due utenti decidono di attuare una transazione, quello che succede è che da un portafoglio virtuale ben determinato si sposterà della valuta, che finirà nel portafoglio della sua controparte. 

Questa transazione viene registrata in modo crittografato e aggregata assieme ad altre per formare un blocco di transazioni che una volta completato passa al vaglio dei nodi per la verifica della sua validità. 

In questa fase ad esempio viene verificato che un portafoglio abbia effettivamente il credito sufficiente, oppure che le identità virtuali siano corrette. La formazione del blocco contenitore è fatta in maniera che esso non sia in alcun modo modificabile, sia in termini di contenuti che in termini temporali. Per questo motivo viene crittograficamente concatenato al blocco precedente, e identificato in modo univoco.

A compiere questa operazione di validazione finale del blocco sarà uno solo dei nodi della rete, quello definito come il minatore di quel blocco, che diventa tale in quanto risolutore di un complesso quesito matematico. Sua sarà la versione definitiva di questo blocco che dovrà essere caricato su tutti i nodi della rete per aggiornare l’archivio.

Alla risoluzione del quesito matematico partecipano tutti i server della rete, ma 

quello che avrà la paternità del blocco e il compenso per l’operazione, sarà quello che è stato il più veloce a risolverlo. 

Questo sistema è stato concepito per evitare che un unico server possa avere il controllo sulla creazione e la gestione dei blocchi.

Le principali caratteristiche della blockchain

In base alle premesse fatte si delineano delle caratteristiche universali che la rendono eccezionalmente versatile:

  • Affidabilità: non essendo governata da forme centralizzate bensì organizzata in modo tale che tutti i nodi abbiano lo stesso livello di controllo, tutto il suo sistema risulta meno regolamentabile e asservibile, impedendo così che possa essere manipolato da terzi. Allo stesso tempo ogni operazione è facilmente tracciabile e verificabile. 

  • Sicurezza: la sua struttura decentralizzata per antonomasia la rende praticamente immune da attacchi informatici. Anche se un nodo venisse alterato gli altri nodi supplirebbero alla perdita e manterrebbero l’efficienza della catena. 

  • Trasparenza: tutti i movimenti e le transazione che vengono effettuate all’interno del sistema sono sempre visibili ai partecipanti della rete

  • Convenienza: gli intermediari non sono più indispensabili grazie a questa tecnologia. La riduzione dei costi che deriva dall’eliminazione di consulenti, banche o terze parti è evidente

  • Immutabilità: le informazioni inserite nella catena non possono essere più modificate da nessuno. 

  • Completamente digitale: la sua tecnologia interamente digitalizzata e pertanto versatile e flessibile la rende utilizzabile in moltissimi ambiti, dall’economia alla pubblica amministrazione

Le prospettive di applicazione quindi sono vastissime. Continuate a seguirci perchè nel prossimo articolo ne tratteremo i dettagli.